Home

1940b1f4 3585 4587 ac50 d1dda485687d

Potenza, 1 aprile 2019

Care amiche e amici rotariani,

questo mese e i prossimi si preannunciano densi di eventi e di progetti, coincidenti con l’ormai prossima fine di questo anno rotariano.

Nel ringraziare i Soci che hanno collaborato e tuttora collaborano con impegno per la loro realizzazione, invito tutti a prendervi parte, a partire dal mese di aprile sulla base del calendario aggiornato che troverete alla fine di questa lettera.

Il mese di marzo appena trascorso è stato segnato da iniziative di grande spessore rotariano formativo, culturale e sociale: Il confronto dei candidati a Governatore alle elezioni regionali di Basilicata con la consegna al Sindaco di Potenza del nostro documento programmatico per la città, il caminetto col nostro socio Marco Schiavo, la serata ad Avigliano presso il locale del socio Francesco Telesca, Grado Babo, il convegno da noi organizzato insieme ad altre associazioni sulla figura di San Gerardo educatore, all’interno della rassegna per l’anno gerardiano, e per ultimo la partecipazione del presidente del nostro Rotaract, Raffaele D’Angelo al Ryla distrettuale. Tante iniziative che rafforzano la nostra appartenenza al club e il nostro impegno per la città e lo sviluppo della cultura.


Nel calendario rotariano 2019 il mese di Aprile è dedicato al tema della Salute materna e infantile. Il tema è di grande attualità. Riguarda e coinvolge non solo i Paesi in via di sviluppo, ma per alcuni aspetti anche quelli occidentali. Questi ultimi, oltre alle limitazioni di risorse in questi campi per la profonda crisi economica in atto, stanno modificando atteggiamenti e comportamenti socio-culturali connessi direttamente o indirettamente alla suddetta problematica. Certo il divario con i Paesi in via di sviluppo esiste ed è profondo e netto; ancora tante sono le differenze, le mancanze e le carenze presenti nel campo della sanità materna ed infantile. Se pensiamo che il futuro delle nuove generazioni dipende dal benessere che caratterizza la vita del bambino sin dalla nascita, importante è creare le condizioni per un ambiente sano e confortevole per il bambino e per la madre. Ma purtroppo non è così. Per citare alcuni dati: 5,9 milioni di bambini di età inferiore ai cinque anni muoiono ogni anno a causa di malattie quali malaria, morbillo, polmonite, diarrea, HIV/AIDS, nonché per le nascite premature, per la malnutrizione e per la scarsa assistenza sanitaria. Per aiutare a ridurre questo numero, il Rotary fornisce vaccinazioni e antibiotici; promuove misure di prevenzione alimentare; sostiene la formazione di operatori sanitari che offrono assistenza di qualità ai bambini e alle loro madri. Riguardo alle donne: 1 su 39, ad esempio, muore durante la gravidanza o per complicazioni da parto in Africa (rispetto a 1 ogni 4.700 in Europa o Nord America); l’80% dei decessi può essere evitata mediante l’accesso ai servizi di assistenza riproduttiva; 215 milioni di donne che preferirebbero rimandare o evitare la gravidanza non hanno accesso a metodi contraccettivi sicuri ed efficaci, che possono contribuire a ridurre la mortalità materna almeno di un terzo. Il fenomeno è strettamente connesso alla povertà e alla scarsa considerazione dei diritti umani delle donne; il 99% dei decessi avvengono in Paesi a basso reddito, con l’85% nell’Africa Subsahariana e in Asia meridionale.

Tra i programmi del Rotary in tale ambito esistono quelli relativi al: migliorare l’accesso delle donne ad usufruire di personale sanitario specializzato quali medici, infermieri, ostetriche e operatori socio-sanitari delle comunità; fornire istruzione, immunizzazioni, kit prenatali e cliniche mediche mobili; insegnare alle donne come prevenire la trasmissione del virus HIV ai loro bambini, come allattare e come proteggere loro stesse e i loro figli dalle malattie. Nell’area d’intervento relativa ai problemi della “Salute materna e infantile”, Il Rotary ha poi consolidato collaborazioni strategiche con grandi organizzazioni (Oms, Unicef, Fondazione Bill e Melinda Gates, Fondo delle Nazioni Unite e altre) per eradicare la polio nel mondo, per diffondere un’educazione alle vaccinazioni di routine, per migliorare appunto la salute materna e infantile. Non lasciamoli soli!

E passo adesso a ricordarvi le attività del mese di aprile:

Ecco l’agenda:

  • 4 aprile: insieme ai nostri giovani del Rotaract e dell’Interact, abbiamo organizzato un caminetto su “Nuove opportunità di confronto e crescita: i lavori del futuro”. Relatori l’Ing. Marco Santoro, selezionatore di risorse per una azienda internazionale e la dottoressa Melissa Anne Mc Keown, americana, libera professionista che opera nel mercato internazionale.
  • 11 aprile: Evento culturale- caminetto; Grande Albergo alle ore 20, Gianni Molinari, direttore de Il Mattino, presenterà il suo ultimo libro: “#Italia 2018, 60 storie per capire la Terza Repubblica”.

Un caro abbraccio per Voi tutti